infuso digestivo riscaldante

Ecco una bevanda ideale per la stagione fredda. Un infuso digestivo riscaldante a base di zenzero fresco e spezie. Lo zenzero è noto per le sue qualità, che influiscono positivamente sull’apparato digestivo, circolatorio, articolare. Forse non tutti sanno che le caratteristiche di questa spezia, possono produrre effetti diversi sulle varie costituzioni.

L’Ayurveda ci insegna che l’energia “calda” dello zenzero, il suo gusto pungente e la sua qualità “umida” possono portare grandi benefici alle costituzioni Vata, (come la mia). Anche le costituzioni Kapha ne traggono benefici perchè lo zenzero unisce alla qualità “umida”, quella di leggerezza. Le costituzioni Pitta invece, devono farne un uso più blando, perchè ne potrebbero risultare aggravate.

Per questi motivi, l’infuso digestivo riscaldante, contiene altre spezie che con la loro azione specifica, producono un carosello di effetti favorevoli a tutti i dosha.

Spezie come la cannella e i semi di finocchio, contribuiscono all’equilibrio dei sapori (Rasa) aggiungendo il gusto dolce e astringente. Con il cumino possiamo aggiungere il gusto amaro e anche un’energia fredda , che può favorire le costituzioni Pitta.

Come sempre l’Ayurveda ci stupisce con le sue analisi, così particolari e precise. Ecco la ricetta dell’infuso digestivo riscaldante, da bere a piccoli sorsi e come vuole la tradizione ayurvedica: da assaporare a piccoli “morsi”….;D

ingredienti:

  • 1lt di acqua fresca
  • 1 c di semi di cumino
  • 1 c di semi di finocchio
  • 4 chiodi di garofano
  • 3 cm stecca di cannella
  • 1 c colmo di zenzero fresco grattugiato

Versate l’acqua in un pentolino, unite lo zenzero, i chiodi di garofano e portate a ebollizione.

Nel frattempo : mettete i semi e la cannella, nel mortaio. Pestateli con cura. Quando l’acqua bolle, spegnete la fiamma e unite le spezie pestate. Lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e gustate. Ottima anche, a piccoli sorsi, durante un pasto nella stagione fredda.

Provate anche la ricetta della tisana di zenzero, che trovate a questo link

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *